Accesso ai servizi



L’arte di una Valle

L’arte di una Valle


La Valle Grana è una delle vallate che fanno parte del progetto Mistà, grande progetto culturale che raggruppa l'arte e i beni artistici delle terre del Marchesato di Saluzzo, zona che ha ricevuto, nel Medioevo, un’impronta culturale marcata e per molti aspetti omogenea, capace di conferire a questa regione un fascino “colto” e antico.
I territori del marchesato conservano ancora oggi un nitido profilo artistico, che vede l’incontro tra l’edilizia signorile, la raffinata arte di corte e le sublimi testimonianze pittoriche della fede.
I pittori itineranti di spicco sono Hans Clemer, Pietro da Saluzzo, i F.lli Biazaci, Giovanni Botoneri.
 
Hans Clemer, conosciuto principalmente come il "Maestro di Elva", è uno dei pittori di più alto livello del Piemonte del periodo tardo-gotico. Formatosi nel crogiuolo fiammingo-provenzale, Clemer porta la nota nervosa e tragica del gotico d’oltralpe nel mondo rinascimentale. La sua opera principale è la Parrocchiale di Elva in Val Maira ma in Valle Grana dipinge anche nella Parrocchiale Madonna del Rosario a Bernezzo.

Pietro da Saluzzo, di origine saluzzese, operò sul territorio della Valle Grana fra il 1430 ed il 1480. Conosciuto fino ad alcuni anni fa come "Maestro del Villar", poichè durante il restauro della cappella di San Giorgio a Villar San Costanzo, in un cartiglio rivelò la sua vera identità: Petrus de Saluciis. Egli opera molto in Valle Grana realizzando capolavori, soprattutto in tre cappelle, a Valgrana (Cappella Santi Bernardo e Mauro), a Monterosso Grana (Cappella San Sebastiano) e a Castelmagno (Cappella Allemandi - all'interno del Santuario).

Altri pittori del periodo tardo gotico sono inoltre i F.lli Biazaci che operano in Valgrana dipingendo l'affresco della Trinità sulla facciata dell'ospizio omonimo e Giovanni Botoneri che affresca i dipinti della Cappella Botoneri al Santuario di San Magno a Castelmagno e una crocifissione nella Chiesa di Santa Maria della Valle a Valgrana.

Un altro artista importante è Bernard Damiano, nato a Saretto, Frazione di Monterosso Grana nel 1926 e morto nel 2000 a Nizza, nonostante i suoi numerosi soggiorni in Francia e le sue mostre in tutta Europa ha lasciato molte opere sulla valle soprattutto nella Frazione di Santa Lucia (Monterosso Grana). Nel 1994 l'artista dona alla Chiesa Parrocchiale di Sancto Lucio di Coumboscuro la Passione, 14 dipinti. Alla stessa Chiesa donerà "Lou Crist Sagnànt", crocifisso ligneo di straordinaria forza e penetrante drammaticità plastica. Nel 2003 a Santa Lucia de Coumboscuro viene inaugurata la statua gemella di quella di Chartres, con la fusione in bronzo de "Lou Mounge dal Couvent".
Per informazioni sull'autore Bernard Damiano e sulle sue opere: http://www.coumboscuro.org/sancto_lucio/personaggi_e_artisti/bernard_damiano.php

Per ulteriori informazioni sulla cultura del territorio M.O.V.E. visita: https://www.visitmove.it/category/culture/