Accesso ai servizi

Strategia Nazionale Aree Interne

La Strategia Nazionale Aree Interne(SNAI) prevede lo stanziamento di contributi a fondo perduto a sostegno di interventi legati ai servizi di trasporto pubblico locale, di istruzione, e altri servizi socio sanitari nelle arre marginali del nostro Paese, con l'obiettivo di contrastarne la marginalizzazione ed i fenomeni di declino demografico.
Sono state individuate 72 aree di intervento a livello nazionale, quattro si trovano in Piemonte: Valli Maira e Grana, Valle Ossola, Valle di Lanzo e Valle Bormida.


Nell’ambito della Strategia Nazionale Aree Internela Regione Piemonte ha dedicato una dotazione di 10 milioni di euro all’agricoltura e allo sviluppo rurale delle quattro Aree individuate: per le aree Maira e Grana sono destinati 2 milioni e 440 mila euro.

Il budget sarà destinato all’Operazione 16.7.1 così come stabilita dal PSR regionale 2014-2020, le cui principali linee di intervento riguardano gli ambiti agricoltura/foreste/aree rurali, nello specifico:

  • miglioramento infrastrutturale dell’area;
  • sviluppo attività imprenditoriali agro silvo pastorali;
  • valorizzazione turistica del territorio;
  • qualificazione delle imprese agricole.


Il Bando Agricoltura pubblicato in riferimento all'Operazione 16.7.1 ha previsto la costituzione di un Gruppo di Cooperazione composto da soggetti sia pubblici che privati che, con ruoli e competenze diversificate, hanno elaborato il progetto che si intende promuovere nei settori agricolo, silvo pastorale e più in generale per lo sviluppo delle Comunità rurali delle due vallate.
La proposta progettuale elaborata dall’Area Grana e Maira nell’ambito dell’Operazione 16.7.1 ha riguardato nello specifico la valorizzazione di tre beni strategici:

  • le produzioni agroalimentari realizzate in un territorio caratterizzato da un’elevata qualità ambientale, che le rende “naturalmente bio”;
  • le considerevoli risorse forestali, in parte anche di proprietà pubblica;
  • un patrimonio naturale, paesaggistico, storico, architettonico che ha mantenuto una grande autenticità;

A livello più specifico, i settori e i temi che il progetto intende affrontare, saranno:

  • la formazione degli operatori economici del mondo agricolo ed il trasferimento di competenze innovative al territorio;
  • la trasformazione dei prodotti locali funzionale ad una maggior valorizzazione economica degli stessi, anche attraverso la realizzazione di laboratori interaziendali;
  • l’ulteriore sviluppo delle produzioni lattiero casearie del territorio con particolare attenzione per le produzioni di qualità (DOP, formaggi d’alpeggio), anche attraverso la qualificazione delle filiere e la valorizzazione turistica della rete d’imprese produttrici;
  • l’efficientamento e la tutela delle risorse irrigue mediante la realizzazione di interventi di ammodernamento della rete di raccolta e di distribuzione delle stesse;
  • il potenziamento della filiera del legno anche in riferimento all’uso a fini energetici della risorsa;
  • la riqualificazione di spazi aperti ad uso pubblico, nonché la realizzazione ed il miglioramento di strutture ed infrastrutture culturali-ricreative in borgate montane per favorire lo sviluppo di attività sociali, d’incontro e aggregazione;
  • il potenziamento della rete infrastrutturale turistico-ricreativa (sentieri, palestre d’arrampicata sportiva, piccoli impianti sportivi outdoor,..) e d’informazione turistica;

Trasversali a tutte le questioni elencate è l’obiettivo di attrarre nuove aziende e lavoratori interessati ad operare nell’Area, con particolare riferimento alla fascia montana. 


L'iter procedurale previsto dal bando regionale è consultabile qui

Al fine di rispondere ad eventuali quesiti  inerenti l'operazione 16.7.1, e per organizzare le necessarie attività di promozione e informazioni sul territorio, è stato istituito lo  Sportello di Animazione Territoriale SNAI MAIRA E GRANA presso l’Unione Montana Valle Grana – Via Roma 44, Valgrana (CN).
Lo sportello è aperto ogni mercoledì, dalle 9 alle 12.30, previo appuntamento al numero 0171 619492 o scrivendo a sviluppomontano@vallegrana.it